Nord-Sud: se i prezzi non bastano a determinare la percezione del benessere

Sembra paradossale: a parità di condizioni di reddito, al Sud la percezione del benessere è più bassa che al Nord. A spiegarlo provvede uno studio messo a punto dalla Banca d’Italia dal quale emerge come a condizionare la percezione di benessere siano non solo i prezzi (nel Mezzogiorno mediamente più bassi che al Nord) ma le generali condizioni socio-economiche (la qualità dei servizi, lo stato di salute e la qualità delle strutture sanitarie, l’organizzazione della società, l’efficienza dei trasporti). Insomma, la valutazione del benessere è legata alla realtà in cui viviamo.