I comizi

Pietro Nenni amava i comizi, amava la folla, il popolo che si accalcava ad ascoltarlo. I suoi sforzi oratori si moltiplicavano durante le campagne elettorali (celebri i suoi comizi per le campagne referendarie del 1946 e del 1974) ma ogni anno faceva decine di comizi in tutto il Paese.
Il leader socialista aveva uno straordinario talento nei comizi: con quella sua voce roca e tonante insieme all’aspetto che evocava le sue umili origini,egli riusciva a mettersi in contatto diretto e quasi fisico con le masse, divenendo così popolarissimo nel secondo dopoguerra. Nel campo della politica, è nota la sua creatività oratoria, a cui sono riconosciute ardite e colorite doti di innovatore in campo lessicale e nel campo della comunicazione politica.
Nella seguente pagina, in costante aggiornamento, sono proposti alcuni testi di comizi, discorsi o commemorazioni di Nenni. In alcuni casi si tratta di appunti manoscritti o dattiloscritti originali digitalizzati, dall’archivio storico della Fondazione Nenni, talvolta si è proceduto a fare una trascrizioni del testo.