“Museo diffuso della Resistenza in Sabina”. Al via i lavori per la prima tappa da Poggio Mirteto al Monte Tancia

Cominciati i lavori per la realizzazione della prima tappa del percorso storico “Museo Diffuso della Resistenza in Sabina. Il Progetto finanziato dalla Regione Lazio, nell’ambito dell’Avviso pubblico “Settant’anni dopo, la memoria della seconda Guerra mondiale nelle Regione Lazio”, ha visto protagonista il Comune di Poggio Mirteto in partnership con la Fondazione Nenni, l’ANPI e l’Associazione Amici del Museo.

Entro il prossimo autunno sarà costruito un percorso di visita alla riscoperta di un pezzo importante della storia del territorio sabino al quale è legata la sua identità civile: i luoghi della lotta clandestina contro l’occupazione nazifascista, le attività partigiane, la vita quotidiana durante la guerra, il dramma del Monte Tancia. 
Questi siti diverranno le tappe di un percorso museale all’aperto e faranno emergere frammenti di storia racchiusi nella città e in montagna.  Il percorso, della lunghezza di circa 10 km, è perfetto per favorire il turismo slow attento alla cultura, al territorio. Un percorso perfetto per gli studenti  o per chi vuole immergersi, a piedi o in bici, alla scoperta di un bellissimo territorio.

Negli ultimi anni è aumentato l’interesse della domanda turistica verso il tema della memoria e dei luoghi segnati da eventi storici.
 Per questa ragione il progetto del Museo Diffuso della Resistenza in Sabina rappresenta una prima fase di un progetto più ampio che vuole coinvolgere i Comuni di Roma, Monterotondo e Rieti per ampliare gli Itinerari alla scoperta dell’entroterra laziale.

La Fondazione Nenni curerà la Ricerca storica, la scrittura dei testi, una mostra storico-documentaria  e la definizione del percorcorso dove sarà sistemata la cartellonistica.