La Fondazione Nenni entra nella FEPS

Grande riconoscimento per la Fondazione Nenni a suggello dei grandi sforzi di potenziamento e di rilancio delle attività di studio, di ricerca e culturali.
La Fondazione Nenni nell’assemblea odierna, che si è tenuta a Bruxelles, è stata votata all’unanimità, dalle Fondazioni socialdemocratiche europee (42 tra cui la Fondazione tedesca Ebert e la spagnola Iglesias ), ed entra a far parte della FEPS.
La notizia è stata accolta con soddisfazione dal CDA della Fondazione Nenni e dal Presidente Giorgio Benvenuto, il quale ha dichiarato “entriamo nella grande casa socialista europea, sede nella quale possiamo valorizzare e rilanciare le idee di solidarietà e costruire, confrontandoci con le altre realtà, proposte per un ‘Europa attenta ai problemi sociali”.
In rappresentanza della Fondazione Nenni a Bruxelles il Consigliere d’amministrazione Cesare Salvi.
La FEPS (Foundation for European Progressive Studies) ha sede a Bruxelles ed è il pensatoio del progressismo europeo che accoglie le più importanti organizzazioni e Fondazioni culturali progressiste europee. Vicino al Partito socialista europeo (PSE), ma comunque indipendente, la FEPS incarna un nuovo modo di pensare sulla scena sociale, democratica e socialista per affrontare le sfide che l’Europa si trova ad affrontare oggi.