Gli auguri per gli ottant’anni di Pietro Nenni: testimonianze dal nostro archivio

-di ILARIA COLETTI-

Ho deciso di allietare le vostre calde giornate di agosto proponendovi una lettura leggera e simpatica. Attualmente mi sto occupando del riordino e della inventariazione di documenti recentemente ritrovati, che andranno ad ingrandire le fila dell’archivio di Pietro Nenni. Molto ampia è la sua corrispondenza: tanti i nomi di personaggi importanti del mondo della politica italiana e internazionale, ma ritengo che le lettere più interessanti siano quelle inviategli da cittadini e compagni. Tra di esse ne ho pescate tre, ognuna con una sua particolarità e tutte scritte a Nenni per il suo ottantesimo compleanno. Le prime due lettere appartengono, una al sindaco di Bagaladi in provincia di Reggio Calabria e l’altra al sindaco di Gualdo Tadino in provincia di Perugia.  I due interlocutori, devoti ammiratori del lavoro svolto da Pietro Nenni per cercare di migliorare il nostro paese, gli fanno i loro più sinceri e calorosi auguri per il suo compleanno e addirittura il signor Iacopino gli chiede in regalo una sua fotografia da conservare come ricordo. Un oggetto semplice che però ci fa capire quanto Nenni abbia significato per lui e per tanti altri. L’ultimo augurio appartiene ad una famiglia che insieme alle sue parole ha voluto allegare due disegni realizzati probabilmente dal figlio della coppia, a sottolineare come Pietro Nenni sia arrivato anche alle giovani menti.

 

Li, 6/2/1971

Caro Nenni.

Nella ricorrenza del tuo compleanno ti invio i miei più calorosi e fraterni auguri, con la speranza che i tuoi 80 anni, molti dei quali spesi con grandi sacrifici, sia in Italia che all’estero, per la lotta e l’emancipazione della classe operaia nei momenti più difficili della vita politica del nostro Paese, siano di fulgido esempio alle future generazioni per una società migliore e per la vittoria del Socialismo.

Considerami sempre un tuo carissimo compagno e nel rinnovarti i più fervidi auguri di lunga vita, ti invio i miei più fraterni saluti.

Armando Baldassini

 

 

8 febbraio 1971

 

Caro Nenni,

ai tanti auguri per il tuo ottantesimo compleanno, aggiungo anche il mio, affettuoso e devoto.

E all’augurio, sento di accomunare la mia infinita riconoscenza di socialista, per l’ammirato tuo esempio morale e politico, costantemente dato al Partito.

Questi sinceri sentimenti, ti vengono da un anziano compagno calabrese, decano dei sindaci d’Italia.

Desidero pregarti di volermi inviare una tua fotografia, che sarà per me uno dei ricordi più cari.

Fraterni saluti

Giuseppe Iacopino

 

 

10-2-71

 

Un caloroso sincero augurio e tante affettuosità.

Gemma Franzoi e Giancarlo d’Acuti